0

Tour a Pilsen: un giro nella città della birra

Pilsen

Pilsen ( Plzeň in ceco) è, senza dubbio, una delle città più note di tutta la Boemia e, dopo Praga, di tutta la Repubblica Ceca. La sua fama? Deriva dalla fabbrica della birra Pilsner Urquell, un simbolo conosciuto da tutti gli amanti della bionda.

La sua posizione non lontana dalla capitale la rende una città facilmente visitabile per chi arriva in Boemia e assolutamente imperdibile per chi vuole scoprire la tradizione dei mastri birrai che sono diventati, nel corso dei secoli, un esempio da seguire in tutto il mondo.

Dove si trova e come arrivare a Pilsen

La città di Pilsen dista circa 90 km da Praga. Un’ora di strada, se si decide di affrontare il viaggio in auto. Nello specifico, si colloca nella zona ovest della Repubblica Ceca, verso il confine tedesco, dove si incontrano i fiumi Radbuza, Mže, Úslava e Úhlava nel Berounka.

Chi desidera raggiungere Pilsen in aereo deve sapere che l’aeroporto più vicino è l’aeroporto di Praga. Quest’ultimo è ben collegato con quasi tutte le città italiane e molte compagnie low cost, come Wizz Air o Ryanair, offrono dei voli low cost per Praga.

Una volta giunti all’aeropoto Václav Havel, la soluzione più economica per arrivare a Pilsen prevede di prendere un bus da terminal 1 a Hlavní nádraží, una delle stazioni dei treni più grandi di Praga. I bus che collegano l’aeroporto con quella stazione sono il numero 100, 300 e AE. Il tempo di percorrenza è di circa 44 minuti.

Qui, poi, sarà necessario prendere un treno Praga-Pilsen. A seconda delle coincidenze e del treno preso è possibile impiegare dalle 2 alle 3 ore.

Una soluzione molto più veloce è quella di prendere in considerazione il bus da terminal 1 a Zličín e il treno da Zličín a Pilsen. La soluzione richiede un tempo di percorrenza medio di poco più di 1 ora e 30 minuti ma non è sempre disponibile nel corso della giornata.

Decisamente più veloce, ma meno economica, la soluzione taxi. Per arrivare da Praga a Pilsen in taxi si dovrà sostenere una spesa che si aggira attorno ai 100€. Se si divide il viaggio con altri viaggiatori, tuttavia, questa soluzione potrebbe essere la più comoda e anche economica.

Cosa vedere a Pilsen: qualche consiglio

Chi decide di visitare Pilsen si troverà dinanzi a una città che ha un’atmosfera molto particolare e che, negli ultimi decenni, si è trasformata in una meta turistica decisamente apprezzata sia per il birrificio Pilsner Urquell che per quello che ha da offrire e per le sue bellezze.

Cosa visitare a Pilsen: il centro storico

Le opere architettoniche del centro storico di Pilsen ne mettono in mostra la storia centenaria. Di sicuro l’edificio più rappresentativo è la cattedrale gotica di San Bartolomeo, una delle più caratteristiche della Boemia. Salendo sulla torre della cattedrale di San Bartolomeo è possibile avere non solo una bellissima vista sulla città, ma su tutta la Plzeňský Kraj, la regione ceca di cui la città è capoluogo.

Sempre nel centro storico è imperdibile la Grande Sinagoga ma anche il Municipio è da visitare, in puro stile rinascimentale: una chicca per gli amanti dell’arte e dell’architettura.

Sinagoga di Pilsen

Parchi in fiore, piccole birrerie, strade antiche, musei: la città ha molto da offrire.

Pilsen
Fonte: Pixabay

Visita al birrificio della Pilsner Urquell: costi, durata, tour guidato

La birra in questione è, senza dubbio, una delle più famose e apprezzate in Europa (e non solo), tanto che oggi si parla di stile Pilsner per identificare una birra lager a bassa fermentazione. Il birrificio Plzeňský Prazdroj è una tappa obbligata se si ama la birra.

Qui sarà possibile fare un bellissimo tour alla scoperta della tradizione e si potrà anche assaggiare dell’ottima birra Pilsner Urquell non filtrata né pastorizzata. Una goduria, lo possiamo assicurare.

Nel corso del tour guidato al birrificio sarà possibile capire in che modo è nata questa antica tradizione e sarà possibile vedere un vero e proprio museo della birra.

Il tour ha una durata di circa 100 minuti e costa 250 corone ceche (circa 9,90 euro). Purtroppo non è disponibile il tour in italiano del birrificio di Pilsen ma si può scegliere quello in inglese. Sarà semplice seguire le guide, che parlano piano e bene.

Ricordiamo che nel mese di Ottobre va di scena il festival della birra: il Pilsner Fest. Imperdibile se si è in zona in quel periodo.

Altre indicazioni utili per scoprire la città

Chi vuole proseguire con gli assaggi di birra non deve perdere l’occasione di visitare uno dei tanti mini birrifici artigianali di Pilsen. Uno tra i più famosi è il birrificio Purkmistr ( Selská náves 21), che ha anche un ottimo hotel.

Forse non tutti lo sanno, ma la tradizione delle marionette di Pilsen è stata registrata, nel 2016, nella lista del patrimonio culturale UNESCO. Una tradizione che viene amata da grandi e piccini. I marionettisti cechi sono famosi in tutto il mondo e sono quasi tutti di Pilsen.

Pilsen per i bambini

Chi viaggia in compagnia di bambini troverà in Pilsen una città ricca di cose da fare. Segnaliamo, ad esempio, il DinoParco, il giardino zoologico e l’orto botanico, il Techmania Science Center, il museo dei fantasmi e così via.

Come muoversi a Pilsen

La città, dal 1981, è divisa in 10 circoscrizioni.

  • Plzeň 1: qui rientra parte del centro della città e quello che viene definito il sobborgo nord, che comprende Bolevec, Bíla Hora e Košutka.
  • Plzeň 2 Slovany: comprende quella zona che viene delimitata a nord dalla stazione centrale e a est dai fiumi Úhlava e Radbuza. Sono compresi i sobborghi di Božkov, Doudlevce, Hradiště, Koterov e Lobzy.
  • Plzeň 3: comprende parte del centro città e i sobborghi di Bory, Doudlevce, Skvrňany, Nová Hospoda, Zátiší, Valcha e Radobyčice.
  • Plzeň 4 Doubravka: prende il nome del più grande sobborgo della città. Si trova a nord-est ed è il quartiere che si sta sviluppando maggiormente
  • Plzeň 5 Křimice: distretto attraversato dal Mze. Famoso per la sua autonomia e importanza. Qui sono compresi i sobborghi di Křimice e parte di Radčice u Plzěn.
  • Plzeň 6 Litice: zona a sud che comprende il sobborgo di Litice. Forse il più antico della città.
  • Plzeň 7 Radčice: ingloba la parte rimanente del sobborgo di Radčice u Plzně e parte di Křimice.
  • Plzeň 8 Černice: comprende il sobborgo di Černice e si trova nella zona sud-orientale della città.
  • Plzeň 9 Malesice: ingloba Malesice e Dolní Vlkýš.
  • Plzeň 10 Lhota: distretto più recente annesso alla città nel 2003.

Per muoversi da una zona all’altra della città si ha a propria disposizione sia la rete ferroviaria, esistono diverse stazioni a Pilsen sia in centro che nei sobborghi, sia tram, autobus e filobus. La rete di autobus conta ben 25 linee mentre quella di filobus è composta da 9 linee (№ 10 – 18).

Nell’orario notturno è possibile girare per la città in autobus e, per la precisione, con 3 linee che sono N1, N2, N3.

Se ci si domanda dove parcheggiare a Pilsen perché si ha un’auto a propria disposizione è utile sapere che vi è un autosilo che permette di far parcheggiare a ben 447 auto. Si trova nella zona nord del centro storico e, per la precisione sulla strada Truhlářská.

Si tratta di un parcheggio custodito h24. In molti apprezzano la possibilità di arrivare in centro in poco tempo, ma anche la possibilità di andare allo stadio lasciando lì l’auto.

TripAndLove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *