0

Aeroporto di Praga: come si arriva al centro città

aeroporto di praga

L’aeroporto di Praga-Václav Havel, precedentemente conosciuto come Aeroporto di Ruzyně, è il principale aeroporto internazionale della Repubblica Ceca e uno dei più importanti nell’Europa centrale.

Situato a circa 10 chilometri a ovest del centro di Praga, l’aeroporto serve come hub per numerose compagnie aeree nazionali e internazionali.

Dispone di quattro terminal passeggeri che gestiscono sia i voli nazionali che internazionali.

Come arrivare dall’aeroporto di Praga in centro

Il centro città di Praga dista 10 km dall’aeroporto ed è importante capire come raggiungerlo e viceversa.

Per raggiungere il centro di Praga dall’aeroporto ci sono diverse soluzioni.

La soluzione più economica per andare dall’aeroporto di Praga al centro è il trasporto pubblico. I bus numeri 119 e 100 collegano l’aeroporto rispettivamente alla stazione della metropolitana Nádraží Veleslavín (linea A) e Zličín (linea B), da cui è possibile proseguire verso diverse destinazioni della città.

È importante notare che i biglietti devono essere acquistati prima di salire a bordo dei mezzi e possono essere trovati presso le macchinette automatiche o gli uffici di vendita situati nell’aeroporto.

Un’altra opzione è l’Airport Express (AE), un servizio diretto di autobus che collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria principale di Praga (Praha hlavní nádraží). Questo servizio offre ai viaggiatori una connessione rapida al sistema ferroviario nazionale e internazionale, oltre che alla rete della metropolitana.

Tuttavia, per raggiungere il centro di Praga dall’aeroporto velocemente e in modo quanto più comodo possibile, la soluzione migliore è il taxi o il transfer privato.

Ti lasciamo una serie di offerte convenienti per arrivare al centro di Praga con transfer privato.

Per chi preferisce avere maggiore autonomia durante il soggiorno, presso l’aeroporto sono disponibili diverse compagnie di noleggio auto.

Leggi anche

Visitare Praga in 3 giorni

Dove dormire a Praga: quartieri e suggerimenti

Aeroporto di Praga: un po’ di storia

L’Aeroporto Václav Havel ha una storia affascinante che risale al 1937, quando fu inaugurato come Aeroporto di Praga-Ruzyně.

Inizialmente progettato per servire le necessità militari e civili, l’aeroporto ha subito numerose espansioni e modernizzazioni nel corso degli anni per adeguarsi all’aumento del traffico aereo e alle esigenze dei viaggiatori moderni.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, fu utilizzato principalmente per scopi militari, ma con la fine del conflitto e la ripresa dei voli commerciali, cominciò ad assumere un ruolo sempre più centrale nell’aviazione civile cecoslovacca.

Negli anni ’60, furono costruiti nuovi terminal e piste di atterraggio per accomodare gli aerei a reazione, segnando l’inizio di una nuova era per l’aeroporto.

Il vero cambio di paradigma avvenne dopo la Rivoluzione di Velluto del 1989, che aprì la Repubblica Ceca al mondo occidentale.

Nei decenni successivi, l’Aeroporto di Praga-Ruzyně vide un incremento esponenziale del traffico passeggeri, spingendo verso ulteriori ampliamenti e il miglioramento delle infrastrutture.

Nel 2012, in onore dell’ex presidente ceco Václav Havel, un eminente figura nella lotta per la democrazia e i diritti umani, l’aeroporto fu ufficialmente rinominato Aeroporto Václav Havel.

Oggi, l’Aeroporto di Praga non è solo un testimone vivente della ricca storia ceca ma rappresenta anche una porta d’accesso fondamentale per il turismo e il commercio in Europa centrale.

Con due terminal principali dedicati ai voli internazionali e uno per i voli domestici, oltre a una vasta gamma di servizi per migliorare l’esperienza dei viaggiatori, l’Aeroporto Václav Havel continua a essere un hub vitale.

Foto copertina: di Artur Tumasjan su Unsplash

TripAndLove

Classe 1983, scrivo sul web da quando non era di moda. Amante del blogging, dei social e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.