4

Cose da vedere a Barcellona: alla scoperta della città

Cose da vedere a Barcellona

Barcellona è la seconda città più importante della Spagna, dopo la capitale Madrid. Viva e interessante sotto ogni punto di vista, si presenta come una delle mete più gettonate in Europa, soprattutto da un pubblico giovane e in cerca di divertimento.

Scopriamo tutte le cose da vedere a Barcellona e i tanti suggerimenti per vivere un’esperienza indimenticabile.

Se ci si domanda cosa vedere a Barcellona se si ha poco tempo a propria disposizione è utile sapere sin dal principio che sarà impossibile riuscire a visitare proprio tutto. Con un po’ di organizzazione, però, e cercando di capire come sfruttare al meglio i trasporti pubblici di Barcellona, si potranno vedere molte tra le attrazioni più belle della città.

Cosa vedere nel centro di Barcellona

Un elenco di cose da vedere a Barcellona non può essere mai esaustivo: la città è così ricca di cose da fare e da scoprire che il tempo non è mai abbastanza. Del resto, questa è una città viva e che non smette mai di evolversi, proprio perché giovane e dinamica.

Il centro di Barcellona è un ottimo punto di partenza per visitare la città. Se si ha solo un weekend a propria disposizione, consiglio di partire proprio da qui, lasciando le zone fuori dal centro per un successivo viaggio.

Sagrada Familia

Metto in cima alla lista delle cose da vedere a Barcellona quello che è il simbolo della città per eccellenza. La Sagrada Familia è considerata il massimo capolavoro dell’architetto catalano Antoni Gaudì, che ha fatto grande la città con tantissime opere passate alla storia.

Si tratta del monumento più visitato di Spagna in assoluto e anche uno dei più belli. L’opera non è ancora completata, ma nel 2026 verrà posata l’ultima pietra, 100 anni dopo la morte dell’architetto. Il via libera ai lavori è arrivato proprio qualche mese fa (Giugno 2019). Se ci si domanda perché la Sagrada Familia è incompleta, la risposta è semplice. Per realizzare il progetto voluto da Gaudì si dovrebbero abbattere degli edifici che, nel corso del regime di Franco, vennero costruiti proprio nella zona adiacente.

Cose da vedere a Barcellona
Sagrada Familia Fonte: Pixabay

La peculiarità della costruzione è che il progetto di Gaudì veniva modificato di volta in volta ed è proprio per questo motivo che, nel corso del tempo, ha assunto un carattere fantastico. Le alte guglie della chiesa hanno l’aspetto di un castello di sabbia costruito dai bambini, un dettaglio che ha reso la Sagrada Familia unica al mondo. Dal 2005 la chiesa è stata catalogata come patrimonio dell’umanità UNESCO.

Informazioni utili Sagrada Familia: orari, visita, biglietti

La Sagrada Familia si trova nel noto quartiere di Eixample di Barcelona, in una zona residenziale non ricca di movida notturna ma molto bella, tranquilla e amata dagli spagnoli.

Per arrivare alla Sagrada Familia si possono scegliere la linea L2 o la Linea L5 della metropolitana di Barcellona, prendendo in considerazione l’omonima fermata. Diversi bus urbani fermano dinanzi alla chiesa.

Gli orari di apertura della Sagrada Familia variano in base ai mesi e alle stagioni e sono i seguenti:

  • Novembre-Febbraio: 9:00-18:00
  • Marzo e Ottobre: 9:00-19:00
  • Aprile-Settembre: 9:00-20:00
  • 25, 26 Dicembre, 1 e 6 Gennaio: 9:00-14:00

Per l’acquisto dei biglietti Sagrada Familia il sito a cui fare riferimento è https://sagradafamilia.org. Qui vengono proposti diversi tipi di ingresso, con o senza la visita alle Torri e sono previsti sconti per diverse categorie. I bambini fino a 10 anni entrano gratuitamente nel sito.

Las Ramblas

Tra Plaça de Catalunya e il Port Vell c’è un sistema di viali lungo più di 1km. Sto parlando di Las Ramblas, l’insieme di boulevard più famoso di Spagna e uno dei più caratteristici al mondo.

Cose da vedere a Barcellona
La Rambla Fonte: Pixabay

In questa zona sorgono alcuni degli hotel più importanti della città, ma anche le vie dello shopping. Tanti locali alla moda e ristoranti tipici completano il quadro. Il sistema di Las Ramblas è, senza dubbio, il cuore pulsante della Barcellona giovane che ama divertirsi. Nonostante ci siano anche dei punti in cui c’è degrado e prostituzione, questa zona è visitata da migliaia di turisti ogni giorno.

Da qui si accede facilmente anche al Barrio Gotico, un’altra delle imperdibili chicche di questa città.

Plaça de Catalunya

Plaça de Catalunya è la piazza più importante della città e anche la più famosa. A dire il vero, con i suoi 30.000 metri quadri, è anche la più grande.

Da qui partono alcune tra le strade più note di Barcellona come le Ramblas ed è anche per questo che la piazza è così frequentata a ogni ora del giorno e della notte.

cose da vedere a Barcellona
Plaça de Catalunya-Fonte: Pixabay

In zona si trovano molti edifici che, se si ha a disposizione un po’ più di tempo, vale la pena visitare. Si tratta del Museo d’Arte Contemporanea, del Centro di Cultura Contemporanea, del Palazzo della Musica Catalana, del Museo del Modernismo Catalano ed è, inoltre, presente anche la Cattedrale di Barcellona.

Per raggiungere la piazza si può prendere qualsiasi mezzo: fermano a Catalunya sia la metro che i bus e anche gli Aerobus che collegano l’aeroporto di Barcellona con il centro città.

Barrio Gotico

Caratterizzato da vicoli stretti ed edifici in stile medievale e gotico, il Barrio Gotico di Barcellona sorge su quelle che furono le mura romane della città. Percorrendo il Barrio si possono vedere alcune delle cose più belle che ci siano a Barcellona ed è per questo che consiglio una visita senza fretta.

cose da vedere a Barcellona
Barrio Gotico Fonte: Pixabay

Forse non tutti sanno che all’interno di questa zona sorgeva il quartiere ebraico di Barcellona che, però, venne dismesso oltre mezzo secolo fa. Nonostante ciò in loco si trovano ancora dei riferimenti a quel passato.

Non solo. Nel Barrio c’è anche la bellissima Cattedrale di Barcellona, ossia la Seu (Cattedrale di Santa Eulalia). Si tratta del più alto e importante esempio di costruzione realizzata in stile gotico catalano. Imperdibile.

Camminando per le vie del quartiere si incontra anche Plaça de Sant Jaume dove sorgono il Comune e il Palazzo della Generalitat di Catalogna.

Sono da ammirare anche le due torri romane di Plaça Nova e tutti gli altri edifici presenti in zona.

La Boqueria

Tornando su La Rambla è impossibile non fare un salto al mercato de La Boqueria, il più famoso di Spagna e il più caratteristico della città. La struttura risale al 1840, ma quella zona di Barcellona era deputata al mercato già nel 1200.

cose da vedere a Barcellona
La Boqueria Fonte: Pexels

Qui i catalani fanno la spesa, ma si possono anche fare i deliziosi aperitivi con le tapas e la colazione. Insomma: si tratta di un posto che ha un suo cuore pulsante e che la gente del luogo e anche i turisti amano. Ci si può perdere tra i sapori e gli odori della cucina catalana.

La Barcellona di Gaudì

Barcellona è stata la casa di Gaudì ed è anche la sua eredità. La città è piena di case, palazzi, parchi progettati da questo geniale artista che ne diventato uno dei simboli principali.

Sebbene tutti pensiamo immediatamente alla Sagrada Familia, questa non è affatto l’unica opera di Gaudì a Barcellona. Ci sono ancora altri esempi da fare e sono tantissimi.

Casa Vicens

Il primo edificio progettato fu Casa Vicens, residenza estiva della famiglia di uno dei più noti lavoratori di ceramica del tempo.

cose da vedere a Barcellona
Casa Vicens Fonte: Wikimedia

Parc Güell

Di certo ci sono opere più note come, ad esempio, Parc Güell anch’esso inserito tra i beni patrimonio dell’Umanità UNESCO (1984). Il complesso nacque con l’idea di costruire un complesso residenziale di alto livello ed è per questo che è stata scelta la collina di Gràcia come ubicazione del parco.

A dire il vero, il progetto del parco residenziale fu un vero fallimento e lo stesso Gaudì visse in una delle case. Nel 1922 il parco è stato venduto al Comune di Barcellona ed è ad oggi visitabile.

cose da vedere a Barcellona
Parc Güell– fonte Wikimedia


Casa Batlló 

Sempre nel Paseo de Gràcia si trova anche un altro degli edifici più iconici della città, anch’esso progettato da Gaudì. Si tratta della ricostruzione di un edificio già esistente. L’opera è nota per essere cromaticamente appariscente, estrosa e assolutamente unica nel suo genere. Una vera chicca.

cose da vedere a Barcellona
Casa Batllò-Fonte: Pixabay

La Pedrera (Casa Milà)

Casa Milà, o la Pedrera, sorge su Passeig de Gràcia, nella zona dell’Eixample e vide la fine dei lavori nel 1912. Si tratta di un palazzo di 6 piani, con due cortili interni e lo stile tipico di Gaudì.

Cose da vedere a Barcellona
Casa Milà-Fonte: Pixabay

Trasporti a Barcellona e pass turistici

Per muoversi a Barcellona è indispensabile prendere qualche mezzo per arrivare da un punto all’altro della città.

Come arrivare dall’aeroporto di Barcellona in centro

Esistono due aeroporti a Barcellona: El Prat e Girona. Il primo è più interno alla città, mentre il secondo si trova a 105 km circa dal centro cittadino, nell’omonima città di Girona.

Per raggiungere il centro di Barcellona da El Prat esiste un comodissimo servizio Aerobus che in poco più di mezzora è in Plaça de Catalunya. Si possono prendere in considerazione anche taxi, bus urbani, treno e metro.

Per raggiungere il centro di Barcellona da Girona è utile sapere che esistono dei treni veloci che arrivano in città in 38 minuti. Tuttavia questi partono dalla Stazione di Girona, che è abbastanza distante dallo scalo.

Sono da preferire gli autobus che sono schedulati in concomitanza con gli arrivi Ryanair. La tratta ha un costo di €14,50 e dura 1h 30. La stazione di arrivo è Barcelona Estación del Norte.

Come muoversi in città

La metropolitana di Barcellona è molto funzionale. Ci sono 11 linee e 180 fermate. Dal lunedì al giovedì gli orari di apertura sono dalle 5 del mattino a mezzanotte. Il venerdì, i festivi e le vigilie la metro è aperta sino alle 2 del mattino. Il sabato viene fatto servizio continuo sino alla mezzanotte della domenica.

Il costo del biglietto metro di Barcellona è di €2,15 e vale in tutte le stazioni ma non in quelle di El Prat. Si possono cambiare mezzi all’interno della linea metro, ma non si possono prendere bus o tram con lo stesso biglietto.

Esistono diversi pass per turisti che permettono di avere degli sconti sulle attrazioni e permettono anche di viaggiare su vari mezzi a prezzi convenienti.

Se amate la Spagna, non perdete la mia guida su cosa vedere a Valencia.

TripAndLove

4 Comments

  1. Adoro Barcellona, ci sono stata tre volte e ci tornerei ancora. È una città accogliente e grandiosa, da scoprire anche nei quartieri popolare come Gracia.

  2. Son stata a Barcellona 2 volte e ne sono innamorata…ci tornerei ancora e ancora! molte cose di quelle citate le ho viste ma me ne mancano alcune..grazie dei suggerimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *