4

Transilvania: cosa vedere, dove atterrare, cosa fare

transilvania

La Transilvania è una terra ricca di mistero. Nell’immaginario comune, questa zona della Romania è conosciuta come la patria del Conte Dracula, storico personaggio che ne ha decretato la fortuna.

Tuttavia sarebbe ingiusto legare la Transilvania solo a questa figura perché, tra paesaggi incantati e castelli, questa zona è ricca di storia e di cose da vedere.

Transilvania cosa vedere

Già il nome di questa regione nel cuore della Romania è tutto un programma. Transilvania significa letteralmente “oltre la foresta” ed è per questo che la città, protetta gelosamente dalle vette dei Carpazi, ha tutto il fascino che le si attribuisce.

Chi si domanda come organizzare un viaggio in Transilvania deve avere chiaro un punto: sarà un’esperienza non solo tenebrosa, ma anche molto interessante se si amano gli eventi storici e la buona cucina.

Se ci si chiede cosa vedere in Transilvania è utile sapere che c’è l’imbarazzo della scelta. Tantissime sono le città da prendere in considerazione, tanti i castelli da visitare alla scoperta del mito di Dracula.

Castelli della Transilvania: Bran e Peles

Chi arriva in Transilvania spesso lo fa per seguire le orme del Conte Dracula. Sebbene la zona sia ricca di castelli, tutti dall’aspetto molto simile, quello che tutti cercano è il Castello di Bran che si trova nell’omonima città, non distante dalla ben più nota Brașov.

Castello di Bran: fonte Wikipedia

Tra miti e legende, si narra che questo sia stata dimora del Conte Dracula, il vampiro più famoso di tutti i tempi. Proprio per questo motivo, da qualche anno a questa parte, il castello è preso d’assalto da orde di turisti interessati a questa storia.

Nello specifico, questa fu la dimora di Vlad Tepes che, nel corso degli anni, è stato ribattezzato come Dracula, divenendo famoso in tutto il mondo per il suo essere un sanguinoso assassino.

Siamo al confine con la Valacchia, in una zona della Romania che sembra essere incantata proprio per la presenza dei castelli in questione.

Foto Cristian Bortes from Cluj-Napoca, Romania – Peles Castle, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16604580

A un’ora di macchina da Bran sorge anche il Castello di Peleș, nella città di Sinaia. Questo è probabilmente meno noto ma non per questo meno bello e interessante. Consiglio, quindi, una sosta anche qui per scoprire questa bella fortezza. Si tratta, con certezza, di uno dei castelli più belli della nazione: attenzione, però, a non pubblicare le foto degli interni sui social, dato che è severamente vietato, dato che si tratta di un vero e proprio museo. Molto suggestiva la torre dell’orologio alta ben 66 metri.

Come acquistare i biglietti per il castello di Bran e di Peleș

Per entrare nei due castelli sarà necessario acquistare dei biglietti. La visita degli stessi è, infatti, a pagamento.

Per acquistare i biglietti per il castello di Bran si consiglia di fare riferimento al sito ufficiale, che si trova qui. Sul sito è possibile scoprire anche quelli che sono i costi dei biglietti castello di Bran e gli orari di apertura.

Per quel che concerne, invece, il castello di Peleș si deve procedere in loco. Si deve anche sottolineare che, dopo aver fatto il biglietto presso la biglietteria fisica posta davanti all’entrata, si farà un tour che non fa scoprire tutte quelle che sono le bellezze del palazzo, che conserva ancora qualche angolo nascosto.

Le città da scoprire: Sibiu, Sighisoara, Brașov

Tante sono le città in cui vale la pena fermarsi se si decide di organizzare un tour della Transilvania.

La prima città che consiglio di vedere, dato che si trova anche vicino al Castello di Bran, è Brașov.

Cosa vedere a Brașov

Chi decide di fermarsi in città, magari prima o dopo la visita del castello del Conte Dracula, deve sapere che troverà delle chicche decisamente interessanti. Si tratta, infatti, di un piccolo borgo con un bel centro storico decisamente caratteristico. Qui si trovano anche molti piccoli locali in cui fermarsi a gustare le tipica cucina rumena.

Fonte: Wikimedia
Author: Constantin Barbu

Imperdibili sono Piața Sfatului, il Palazzo della Prefettura e il Palazzo delle Finanze e tutti quegli edifici tipici che si trovano proprio nel cuore del centro storico della città.

Cosa vedere a Sighisoara

Centro probabilmente meno noto del precedente, Sighisoara è una di quelle città che non tutti conoscono ma che val bene una passeggiata. In realtà, se ci si afferma a delle guide locali, Sighisoara viene consigliata in qualsiasi tour della Transilvania. Volete sapere il perché? Si tratta della città natale del Conte Dracula e, pertanto, ha acquistato la sua importanza per tutti gli amanti di quella storia.

Fonte: Wikimedia
Autore: Ciprian Samihaian

Non è grande ed è molto facile da visitare. Per questo consiglio di dedicare qualche ora a questa piccola città che ha un centro storico veramente peculiare.

Cosa vedere a Sibiu

Se ci si sposta su e giù per la Transilvania, non si può perdere l’occasione di visitare Sibiu. Anche questa è una città che viene spesso consigliata da chi organizza dei tour in queste zone ed è per questo che sempre più persone iniziano a conoscerla.

Fonte: Wikimedia
Autore: Amorphisman

Per molti questa è la città più bella della Transilvania e, pertanto, non resta che farci un salto per scoprire se è vero o meno. Tra le cose da non perdere ci sono le due piazze principali della città: Piața Mare e Piața Mica. Questi sono i due cuori di Sibiu che, lo ricordiamo, nel 2007 venne eletta Capitale Europea della Cultura. Molto bello anche il cosiddetto Ponte delle Bugie e Piața Huet dove sorge una bellissima basilica.

Come raggiungere la Transilvania

Il consiglio è quello di arrivare in Transilvania in aereo. Si tratta del modo più semplice ed economico, dato che alcuni tra i maggiori aeroporti della Romania sono oggi serviti anche dalle compagnie low cost.

Le scelte da prendere in considerazione sono diverse. C’è chi preferisce atterrare all’Aeroporto di Bucarest per poi spostarsi verso la Transilvania e chi, invece, prende in considerazione l’Aeroporto di Timisoara.

Consiglio vivamente di organizzare gli spostamenti già quando si decide di prenotare il viaggio, così da sapere come muoversi. Esistono dei tour organizzati della Transilvania che, molto spesso, partono da Bucarest. Si tratta di una bella distanza, ma se si hanno a disposizione più giorni potrebbe essere un’ottima idea: si potrebbe scoprire la Transilvania, ma si potrebbe anche visitare Bucarest.

Anche se si sceglie Timisoara come punto di partenza, il consiglio è quello di visitare anche la città. La mia guida su cosa vedere a Timisoara può tornare molto utile.

Altro suggerimento è quello di prendere in considerazione l’Aeroporto di Cluj Napoca, servito anch’esso da voli low cost per la Romania.

TripAndLove

4 Comments

  1. Sto cercando di organizzare un viaggio in Transilvania per la prossima primavera – parto per tempo ma con le ferie solo in occasione delle “feste comandate” non ho molta scelta 😉
    Da casa mia l’opzione più conveniente è forse quella di atterrare a Bucarest e, da qui noleggiare una macchina oppure affidarsi a un tour, anche se preferisco essere autonoma. In caso se dovessi avere bisogno di altri consigli ti scrivo!

  2. Transilvania, dai mi è venuto in mente il cartone che guarda mio figlio. Questo luogo lo avevo già messo nella lista dei posti da visitare quando sarà un pò più grande. Ora ne sono ancora più convinta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *