2

Foliage: cos’è e dove vivere un’esperienza unica

foliage

Alzi la mano chi rimane incantato dinanzi al foliage. Del resto, l’autunno porta con sé dei colori così unici che riescono a riscaldare e infuocare l’anima ed è per questo che il fenomeno è sempre più amato.

Ammirare le foglie che cadono e che si posano a terra, creando dei tappeti naturali con le varie sfumature del rosso, del giallo, del verde è un’esperienza da fare.

Esistono tanti posti che vengono presi in considerazione come mete per osservare il foliage, sia in Italia che in Europa. Il fenomeno è così fotografato che, da quando sono nati i social visual come Instagram, si possono notare intere gallery ad esso dedicate.

Cos’è il foliage

Cerchiamo di spiegare il fenomeno. Nel periodo autunnale le foglia cadono dagli alberi e creano sul suolo dei veri e propri tappeti caratterizzati da quei tipici colori di stagione. Si tratta di rossi, gialli, colori che infuocano il panorama e riscaldano l’anima di chi li guarda.

Impossibile resistere senza fare una foto. Proprio per questo, molto spesso si va alla ricerca di quelle che sono le mete ideali per osservare il foliage. Che si tratti di un parco cittadino, di una strada, di una montagna o una vallata poco importa: lo spettacolo della natura, in questo caso, è sempre bellissimo.

Dove osservare il fenomeno

Se ci si domanda dove osservare il foliage la risposta è semplice: ovunque. Naturalmente se si cerca un panorama da favola, si devono conoscere quelle che sono state definite, nel tempo, le mete perfette per questo tipo di esperienza.

Fonte: Unsplash Autore: Kelly Sikkema

Il foliage in Italia

Il nostro paese offre diversi spunti per gli amanti del foliage. Il fenomeno del foliage in Italia è salito alla ribalta da quando, grazie ai nuovi mezzi di comunicazione, gli scatti di bellissimi paesaggi sono stati resi virali. Tuttavia, è da tempo che molti viaggiatori si spostano su e giù per lo stivale alla ricerca di posti speciali in cui godersi lo spettacolo.

Ogni regione ha dei punti speciali in cui è possibile osservare le foglie cadute in tutta libertà. Di sicuro il Trentino Alto Adige è uno di questi, anche grazie alla presenza di bellissime montagne e vallate. Non solo: anche i laghi con acque verde smeraldo come quelli della Val di Non amplificano un’esperienza di per sé già fantastica.

Tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia si trova un altro paradiso del foliage. Si tratta del Bosco del Consiglio, perfetto per questo tipo di avventura. Se ci si sposta in Piemonte, le Langhe sono sicuramente il posto migliore per osservare il fenomeno e, perché no, fermarsi a bere anche un po’ di vino.

I colli piacentini così come la zona dei Monti Sibillini, la Faggeta di Canfaito nelle Marche e, ancora, il Parco Nazionale della Majella sono altri spunti da segnare in agenda se si è alla ricerca del poto perfetto.

Scendendo più al Sud, in Puglia la Foresta Umbra e la zona del Gargano sono, senza dubbio, i punti più caratteristici. In Campania ci sono diversi parchi da prendere in considerazione mentre, ad esempio, in Calabria c’è il Parco Nazionale della Sila.

Il trenino del foliage: informazioni utili

Un’esperienza unica è quella che è possibile fare se si prende il cosiddetto Trenino del Foliage. Si parte da Domodossola e si viaggia alla ricerca dei posti più belli.

Ammirare il foliage dal finestrino di un treno è molto interessante, perché si può notare anche il cambiamento del fenomeno da zona a zona.

Nello specifico, il Treno del Foliage attraversa le zone che si trovano in Piemonte al confine con il Canton Ticino: scenari multicolore, boschi infuocati e paesaggi bellissimi. Un’esperienza da fare. Il percorso è da Domodossola a Locarno ed è di 52 km, con tappe intermedie che si possono prendere in considerazione per andare a visitare una delle tante sagre che, fino a Novembre, animano la zona proprio in quest’occasione.

Il periodo migliore

Qual è il periodo migliore per il foliage? Di sicuro i mesi che vanno da Settembre a Novembre, a seconda delle zone prescelte. In questi mesi il panorama si accende e le foglie che cadono rendono l’atmosfera magica.

Non resta, quindi, che organizzare un viaggio, ma anche una gita fuori porta e partire alla scoperta dei colori dell’autunno.

TripAndLove

2 Comments

  1. i colori dell’autunno sono bellissimi anche se sempre un pò malinconici. Mi piace l’idea del treno, anche se mi piace tantissimo camminare sulle foglie secche e sentire scricchiolare sotto i piedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *