Rimborso Ryanair 2017: come richiederlo?

sciopero Ryanair

Ormai una delle domande che leggo più spesso online, e sento anche offline, riguarda il rimborso Ryanair. Dato che la compagnia sta avendo non pochi problemi (e li sta anche creando ai passeggeri), in molti hanno visto, o vedranno a breve, il loro volo cancellato.

Cosa sta accadendo, ormai lo sappiamo tutti: i disagi Ryanair sono all’ordine del giorno e sempre più numerosi sono i passeggeri che rimangono a terra. Se anche tu sei tra questi e vuoi chiedere il rimborso Ryanair 2017, ti servirà questa guida.

Rimborso Ryanair 2017: cosa sapere

Sebbene la compagnia sia tenuta ad avvisarti, con il dovuto anticipo, della cancellazione, il mio consiglio è quello di appurare se nella lista aggiornata dei voli cancellati appare anche il numero del tuo volo. Proprio in questo  modo, potrai procedere con la richiesta di rimborso così da ottenerlo nel minor tempo possibile.

rimborso ryanair

Il Codacons, infatti, ha obbligato la compagnia low cost irlandese a prendere dei seri provvedimenti, così da trovare una soluzione per i molti disagi che sta provocando in questi giorni e che, a conti fatti, perdureranno fino a Marzo 2018.

La posizione di Ryanair

Al momento, Ryanair ha reso noto che, alla luce di quelle che sono state le richieste di Enac, ossia l’Autorità che garantisce i diritti dei passeggeri e la sicurezza dei voli, tutti i 315 mila clienti coinvolti nelle cancellazioni hanno ricevuto una apposita notifica, via sms o via mail. Inoltre, al momento la compagnia sta gestendo ben oltre 308 mila richieste di cambio volo o rimborso.

Ma cosa prevedono le norme in vigore? Ryanair è obbligata a provvedere al cliente. Le soluzioni attualmente sul tavolo sono le seguenti:

  • Il passeggero viene portato a destinazione con un volo Ryanair successivo
  • Il passeggero viene risarcito con il rimborso
  • Il passeggero viene portato a destinazione con un volo non Ryanair a spese della compagnia

Dobbiamo anche sottolineare che, sempre stando a quanto previsto dalla normativa attualmente in vigore, la compagnia inadempiente deve pagare quelle che sono le spese accessorie, ossia cibo, bevande e albergo se il volo sostitutivo non è nello stesso giorno e se il passeggero che deve tornare a casa si trova fuori sede.

Attenzione: ricorda sempre che se una compagnia è dovuta a questo trattamento e si rifiuta, puoi conservare scontrini e fatture e fartele rimborsare anche in un secondo momento.

Ricorda anche che, in alcuni specifici casi, potresti anche avere diritto al risarcimento dei danni, che si andrebbe a sommare a questo rimborso.

rimborso ryanair

Richiesta di rimborso

Come sottolineato da Federconsumatori, al fine di ottenere il rimborso e relativo risarcimento, dovrai usare i moduli appositi, che si trovano sul sito della compagnia. Inoltre, hai la possibilità di inviare una lettera tramite raccomandata a/r alla sede di Dublino di Ryanair (ti consiglio vivamente di scriverla in inglese).

Si deve notare che, al momento, molte persone che hanno inoltrato la richiesta lamentano il fatto che la proposta di Ryanair per il risarcimento sia irrisoria. Si parla, infatti, di buoni per una futura prenotazione e, nella maggior parte dei casi, questi risultano essere inferiori al costo del biglietto o, comunque, a quella che dovrebbe essere la compensazione pecuniaria prevista.

Sempre Federconsumatori fa presente che, stando a quelle che sono le regole in vigore, deve essere restituito il prezzo pieno del biglietto. Inoltre, tanto il rimborso del biglietto che la compensazione pecuniaria possono essere pagati con buoni e altri servizi se, ed esclusivamente in questo caso, esiste un accordo con il passeggero. In caso contrario, quest’ultimo può richiedere la somma dovuta in denaro.

Richiesta di risarcimento

Il risarcimento, che dovrebbe unirsi al rimborso di cui ho già parlato, è sempre previsto, salvo in 3 casi:

  • La cancellazione è stata notificata almeno due settimane prima della data di partenza
  • La cancellazione è stata notificata almeno una settimana prima con proposta di volo alternativo entro massimo 4 ore rispetto al volo cancellato
  • La cancellazione è stata notificata meno di una settimana di anticipo e scarto massimo di 2 ore

A quanto ammonta il risarcimento Ryanair 2017? Dipende dalla distanza. Nello specifico, per  i voli entro i confini dell’Unione Europea avrai diritto a 250 euro di risarcimento nel caso in cui la distanza fra aeroporto di partenza e di arrivo non supera i 1.500 chilometri. La somma aumenta a 400 euro se la distanza supera i 1.500 chilometri. Se si parla, invece, di una tratta intercontinentale avrai diritto a 400 euro se la distanza prevista era compresa fra i 1.500 e i 3500 chilometri o a 600 euro per distanze superiori a 3500 chilometri.

Come ottenere il risarcimento Ryanair? Anche in questo caso dovrai scrivere alla compagnia e lo potrai fare nell’apposita sezione reclami. Il vettore ha sei settimane di tempo per rispondere. In caso non ricevi risposta o questa sia negativa, devi rivolgerti all’Enac.

 

Lascia un commento