0

Primo viaggio da soli: dove farlo (e dove è meglio evitare)

primo viaggio da soli

Viaggiare è una delle esperienze più coinvolgenti ed immersive che si possano realizzare, ma talvolta si potrebbe non avere delle persone con cui condividere l’esplorazione di una qualche meta. Ovviamente, ciò non implica una rinuncia al viaggio che si desidera compiere, poiché vale assolutamente la pena riuscire ad ammirare monumenti e paesaggi mozzafiato che contraddistinguono le differenti zone del mondo. Se si ama la storia, l’arte e anche la natura, non ci si può affatto esimere dall’esplorare i territori che il nostro pianeta ha da offrire, nonostante possano sorgere alcune difficoltà di natura organizzativa.


Affrontare il primo viaggio da soli può essere entusiasmante, tuttavia prima di optare per questa soluzione è importante capire se la destinazione scelta sia adatta a questo tipo di esperienza. In alcuni casi, infatti, optare per un viaggio di gruppo volo incluso consente di non rinunciare all’avventura (i viaggi organizzati di Stograntour, ad esempio, hanno un’impronta di questo tipo) con il vantaggio di una sicurezza maggiore, specialmente in luoghi con culture molto diverse dalla nostra o con infrastrutture complesse. Per cercare di aggirare le eventuali problematiche in questione, segue una guida utile: ecco dove fare un primo viaggio da soli, e dove è meglio evitare.


Berlino

La prima idea di viaggio in solitaria che si consiglia è Berlino, capitale della Germania. In generale, per una tipologia di vacanza di questo tipo può andar bene qualunque capitale europea, ma in questa sede si è deciso di optare per due metropoli in particolare. La prima, dunque, è Berlino, in quanto è accessibile economicamente parlando, e dall’Italia partono numerosi voli di compagnie low cost. Pur essendo una città dinamica, non risulta caotica, e non ci si sentirà compressi! Inoltre, ci si può immergere nella natura noleggiando una bicicletta e percorrendo il sentiero che costeggia il fiume. Infine, Berlino è multiculturale, quindi si potrà fare facilmente amicizia con altre persone provenienti da ogni angolo del mondo.

Parigi

La seconda capitale europea consigliata per partire da soli è senza alcun dubbio Parigi, in Francia. Pur essendo una metropoli romantica, è perfetta anche per chi si considera un’anima solitaria, ma soprattutto è adatta a coloro che amano l’arte in tutte le sue forme. Ci si potrà innamorare facilmente delle opere presenti nei vari musei, delle sue strade pittoresche e della straordinaria vita notturna che ospitano. Da non perdere i dolci tipici per colazione o per un delizioso spuntino.

Andalusia

L’Andalusia è adatta per le esigenze espresse, poiché la Spagna è una nazione popolata da abitanti calorosi e accoglienti, un po’ come gli italiani. D’altronde, anche da un punto di vista linguistico si è facilitati, specie se non si conosce appieno l’inglese. L’Andalusia è una meta ideale in qualunque mese dell’anno, poiché il suo clima temperato la rende piacevole praticamente sempre. Si consiglia due città in particolare: Siviglia e Granada, la quale ospita una delle attrazioni più incredibili del mondo, ovvero l’Alhambra.


Viaggi da evitare in solitudine: le mete da non considerare in questo caso


Si sconsiglia vivamente di organizzare un viaggio in solitudine verso mete troppo distanti, poiché si potrebbe andare nel panico e non si vivrebbe bene l’esperienza. Per destinazioni come la Tanzania oppure Tokyo, ma anche semplicemente una settimana a Sharm El-Sheik, è preferibile sempre partire in gruppo o quantomeno in compagnia di una persona della quale ci si fida.


Se si è ansiosi di carattere
, si potrebbe anche prendere in considerazione di passare un weekend in una località italiana che non si è ancora esplorata, in città come Firenze, Venezia, Roma, Napoli e così via. Dunque, per un safari in Africa è sempre opportuno organizzarsi in gruppo e affidarsi ad un tour operator, così come è preferibile dirigersi oltreoceano in compagnia. In certe occasioni, d’altronde, l’unione fa la forza!


Foto copertina: Simon English su Unsplash


TripAndLove

Classe 1983, scrivo sul web da quando non era di moda. Amante del blogging, dei social e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.