0

Aeroporti italiani e salute dei viaggiatori: tre tra i migliori in Europa

aeroporti italiani

Viaggiare ai tempi del Covid-19 non è sicuramente cosa semplice, specialmente in aereo. Negli aeroporti italiani, ma non solo, sono state alzate le misure di sicurezza per cercare di prevenire i contagi e per dare ai viaggiatori un’esperienza quanto più tranquilla e sicura possibile.

La salute dei viaggiatori, quindi, è stata ed è un parametro per valutare gli aeroporti europei. Tra tutti, tre aeroporti italiani sono risultati tra i migliori da questo punto di vista.

Aeroporti italiani e salute dei viaggiatori

Dall’analisi degli scali europei l’ACI, acronimo di Airports Council International, ha fatto partire il nuovo programma Airport Health Accreditation che permette agli aeroporti di ottenere una valutazione in merito a quelle che sono le misure sanitarie prese per tutelare la salute dei viaggiatori.

Tra gli scali europei che sono riusciti a ottenere il riconoscimento ci sono tre aeroporti italiani: il Marconi di Bologna e i due aeroporti di Roma, Ciampino e Fiumicino.

Un dato molto importante, quindi, che dimostra che alcuni dei nostri aeroporti sono all’avanguardia in Europa per quel che concerne uno degli aspetti al momento più importanti.

Fattori di valutazione AHA

Ma in base a cosa sono stati valutati gli scali?

Ecco i parametri presi in considerazione nell’analisi.

Si parte con la trasparenza nelle comunicazioni con i passeggeri, diventate oggi più che mai fondamentali, e si arriva al mantenimento delle distanze sociali, alla pulizia degli spazi comuni e alle protezioni fornite al personale di terra.

Proprio per questo i tre aeroporti sono stati dichiarati tra i migliori in Europa.

Aeroporto Ciampino e Aeroporto Fiumicino-Roma

Negli scali romani sono stati installati 100 termoscanner e 300 dispenser di igienizzanti mani.

Non solo: spicca la presenza di totem informativi per i viaggiatori che potranno capire cosa fare e come comportarsi.

Si sono rivisti gli spazi degli aeroporti in maniera tale da permettere il distanziamento sociale così come imposto dalle nuove esigenze e tutto sembra andare per il verso giusto.

Aeroporto Marconi-Bologna

Anche l’aeroporto Marconi di Bologna sembra essersi adeguato in toto a quelle che sono le nuove indicazioni per gli scali.

Per questo motivo risulta essere tra i migliori aeroporti in Europa da questo punto di vista.

Tra gli aeroporti italiani, quindi, questo risulta essere un’eccellenza per quel che concerne la sicurezza sanitaria dei passeggeri che vi transitano.

Del resto è stato il primo aeroporto in Italia a dotarsi di un sistema a frammentazione molecolare per la sanificazione.

Non solo: l’aeroporto ha adottato il sistema Best per permettere dei controlli passeggeri veloci e senza troppi contatti con il personale di terra.

Tra le altre misure figurano termoscanner, barriere di plexiglass e dispenser. Per la comunicazione con i passeggeri sono stati scelti supporti fisici e digitali.

Questi tre aeroporti italiani si confermano delle eccellenze in campo europeo e si spera che presto possano seguirne l’esempio anche gli altri.

TripAndLove

Classe 1983, scrivo sul web da quando non era di moda. Amante del blogging, dei social e dei viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *